Friuli Venezia Giulia

INAUGURATA LA TERZA EDIZIONE DEL BARCOLANA SEA SUMMIT 

“INSIEME PER IL MARE MEDITERRANEO”

IN MARE SECONDO GIORNO DI BARCOLANA MAXI CON CONDIZIONI IDEALI,

IN SERATA BARCOLANA SEA CHEF BY PROSECCO DOC

CON 11 STELLE MICHELIN AL CASTELLO SAN GIUSTO

SUPERATI IN SERATA I 1500 ISCRITTI

Trieste, 4 ottobre 2023 – La prima ospite ad arrivare oggi a Trieste, poco dopo le sette del mattino, è stata Nave Palinuro, che elegantemente si è ormeggiata al Molo IV, pronta a festeggiare i cent’anni della Capitaneria di Porto di Trieste. La goletta è una delle navi scuola della Marina Militare, e armata con il motto “Faventibus Ventis”, “Con il favore dei venti”, assolve a uno dei propri compiti, ovvero quello di promuovere l’immagine della Marina Militare. Il suo compito principale è quello di formazione degli Allievi Sottufficiali di Mariscuola Taranto. Partita da Venezia, dove si è svolto il cambio di comando ai vertici della nave, Nave Palinuro si affaccia in Golfo all’alba, dove resterà – ospitando numerose attività – fino a domenica, quando uscirà in rada per seguire la regata. 

Durante la sua permanenza a Trieste, Nave Palinuro sarà visitabile nei seguenti orari:

  • giovedì 5 ottobre dalle 09.00 alle 11.00;
  • venerdì 6 ottobre dalle 15.00 alle 17.00;
  • sabato 7 ottobre dalle 15.00 alle 19.00.

Da oggi è festa grande con il Villaggio Barcolana aperto lungo tutte le Rive, circa 200 tra tecnostrutture e container-hospitality tra esposizione, vendita ed enogastronomia: il Villaggio Barcolana è da mercoledì a domenica sinonimo di divertimento e attesa condivisa in vista della grande regata di domenica prossima. Il Villaggio, come tutti gli eventi compresi nel calendario barcolana, è a ingresso gratuito

Gli orari di apertura sono i seguenti:

  • giovedì 5 ottobre dalle 10:00 alle 22:00
  • venerdì 6 ottobre dalle 10:00 alle 24:00
  • sabato 7 ottobre dalle 10:00 alle 24:00
  • domenica 8 ottobre dalle 09:00 alle 20:00

BARCOLANA MAXI – TROFEO TIVOLI PORTOPICCOLO – Sul fronte regate, i protagonisti della Barcolana Maxi – Trofeo Tivoli Portopiccolo hanno finalmente regatato in condizioni quasi ideali dopo l’annullamento di ieri per mancanza di vento. Partiti con vento di 12 nodi in aumento, con qualche raffica che ha raggiunto i 20 nodi, e un cielo che ha alternato nuvole e sprazzi di sole splendente, gli otto Maxi in gara hanno svolto una lunga regata di oltre 20 miglia su un percorso tra boe e mede, da ripetere due volte, che li ha portati a navigare per quasi tre ore nel golfo di Trieste. La classifica della prova in tempo compensato vede la vittoria di Ekita, secondo Anywave Safilens e terzo Night Shadow, quarto Hagazussa III e quinto Fidelity. Domani, giovedì 5, la giornata di chiusura della Barcolana Maxi Trofeo Tivoli Portopiccolo, con regata finale su percorso identico a quello della Barcolana di domenica, per una vera e propria prova generale per la quale si aggiungerà alla flotta anche Shockwave.

BARCOLANA SEA CHEF BY PROSECCO DOC – In mattinata si è svolta anche l’attesissima regata Barcolana Sea Chef by Prosecco DOC, giunta alla nona edizione. Alcuni dei nove chef coinvolti nell’evento – Bobo Cerea (3 stelle Michelin, Ristorante Da Vittorio), Emanuele Scarello (2 stelle Michelin, Ristorante Agli Amici 1887) Matteo Metullio e Davide De Pra (2 stelle Michelin, Harry’s Piccolo), Pino Cuttaia (2 stelle, La Madia), Caterina Ceraudo (1 stella Michelin e una Stella verde, Il Dattilo), Marianna Vitale (1 stella, Il Sud), Tomaž Kavčič (1 stella, Zemono) cui si aggiungono Franco Favaretto, del Baccalàdivino, e il pastry chef, vincitore del Discovery Gem Award, Gianluca Fusto – si sono dati appuntamento nel Golfo di Trieste per una regata a bordo dei monotipi Far East 28. In mare, la vittoria è andata all’equipaggio composto da Davide De Pra, Tomaž Kavčič e dalle atlete della SVBG Alice Linussi e Lisa Vucetti, secondi Pino Cuttaia e Gianluca Fusto con Nicole Grio (YC Adiraco) e Matilde Parladori (SVBG) e terzi Emanuele Scarello e Marianna Vitale con Carolina Albano (Fiamme Gialle) e Silvia Versolatto (SVBG). Appena scesi a terra, gli chef si sono recati nelle cucine del Castello di San Giusto per preparare i piatti che verranno serviti nell’eccezionale evento in programma in serata, con circa 180 ospiti. Il menù prevede la preparazione di piatti con ingredienti “a filiera corta”, con forti riferimenti al mare. È così che nel prestigioso menù fa capolino il granchio blu, con l’obiettivo di renderlo popolare e stimolarne così il consumo e la pesca. 

BARCOLANA SEA SUMMIT – “Nel 1972 l’equipaggio dell’Apollo 11 è arrivato sulla Luna e un astronauta ha scattato una foto che ha cambiato l’umanità. Tutti pensavano al Pianeta Terra, invece la foto era tutta blu: viviamo nel Pianeta dell’Acqua, e noi avevamo capito male la nostra casa” Inizia così il keynote speech di Jeremy Rifkin, l’ospite principale (a distanza) della prima giornata del Barcolana Sea Summit. L’evento, in corso al TCC Convention Centre di Trieste, vedrà la partecipazione in totale di 80 relatori e interventi, panel e tavole rotonde tutte legate al tema del cambiamento climatico.

La prima sessione della mattina è stata interamente dedicata ai giovani: oltre 500 ragazzi delle scuole superiori hanno assistito al panel “Energia e Clima: Electrify Everything” organizzato dalla sezione regionale dell’AEIT (Associazione Elettrotecnica, Elettronica, Informatica e di Telecomunicazioni italiana) con la Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione e famiglia della Regione FVG, l’Ufficio Scolastico Regionale, e grazie al sostegno del Fondo sociale europeo Plus. Al centro dell’attenzione le tecnologie elettriche e il loro ruolo nei processi di transizione energetici con l’obiettivo di orientare i ragazzi verso scelte di studio legate all’area STEM negli ambiti di energia e governo dei cambiamenti climatici.

Nel pomeriggio si è svolta la sessione inaugurale, che ha ufficialmente dato il via ai lavori, con gli interventi del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, dall’assessore regionale all’Ambiente Fabio Scoccimarro, del prefetto Pietro Signoriello e del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D’Agostino

Il presidente della Barcolana, Mitja Gialuz, ha poi preso la parola sottolineando l’importanza della cooperazione tra Italia, Slovenia e Croazia per la salvaguardia del Mare Adriatico. In seguito è stato il momento tanto atteso del keynote speech di Jeremy Rifkin, Presidente del TIR Consulting Group LIC e della Foundation on Economic Trends di Washington, che nella sua lunga carriera ha assistito tre Presidenti della Commissione europea – Romano Prodi, José Manuel Barroso e Jean-Claude Juncker – ed è stato anche consigliere del cancelliere tedesco Angela Merkel. “Il Mar Mediterraneo – ha spiegato Rifkin – è uno dei mari più stressati al mondo dal punto di vista ambientale. I processi di cambiamento climatico si verificano più velocemente e più intensamente qui. Per questo motivo è necessario agire rapidamente e in collaborazione con tutti i Paesi che si affacciano su questo mare”. 

Nel suo intervento, Rifkin ha sottolineato come le tecnologie intelligenti, combinate con le energie rinnovabili, possano contribuire a evitare una catastrofe climatica, e come sia ormai imprescindibile un ripensamento globale del consumo e della distribuzione di energia per salvare il pianeta. 

Il keynote speech di Rifkin ha dato il tono alla sessione successiva, quella coordinata dall’Iniziativa Centro Europea (InCE) “Dalla Convenzione di Barcellona a una strategia operativa per la salvaguardia dell’Adriatico“; la tavola rotonda ha unito il Ministero delle Risorse Naturali e della Pianificazione del Territorio sloveno, il Ministero del Mare, dei Trasporti e delle Infrastrutture croato, la Guardia Costiera Italiana e i ricercatori dell’istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS in una discussione che ha messo in rilievo l’importanza della cooperazione internazionale a favore della salvaguardia del mare. 

Spazio poi per la storia del Mediterraneo in connessione con i cambiamenti climatici: protagonisti lo scrittore e storico Alessandro Vanoli e il Direttore generale della Fondazione Aquileia Cristiano Tiussi insieme alla velista e testimonial Women in Sailing by Generali Francesca Clapcich prima di passare la parola all’Amministratore Delegato e direttore generale di Invitalia – l’Agenzia nazionale per lo sviluppo, di proprietà del Ministero dell’Economia – Bernardo Mattarella che ha chiuso la prima giornata facendo il punto sul ruolo delle istituzioni pubbliche nella transizione energetica, le politiche a disposizione delle imprese e la programmazione pubblica.

BARCOLANA UN MARE DI RACCONTI – Al via nel pomeriggio al Magazzino delle Idee anche la lunga maratona di Barcolana un Mare di racconti, la rassegna letteraria curata da Alessandro Mezzena Lona. Ospiti della prima giornata Alfredo Giacon, con il suo libro “Il viaggio incredibile di Jancris” (Mursia), in dialogo con Ida Castiglioni, che nel libro “Eva” (Rusconi) racconta la rocambolesca partecipazione alla regata Ostar, e Caterina Bonvicini, giornalista e scrittrice, che con “Mediterraneo” (Einaudi) ha vinto la sezione saggistica del Premio Marincovich 2022. A seguire, l’incontro con Tessa Rosenfeld, scrittrice americana con origini russe che vive da anni nel Salento, con il suo romanzo “Anime Slave” (Linea Edizioni), e a chiudere Frank Westerman, uno dei più importanti autori di lingua neerlandese, che racconterà la sua nuova opera, “La commedia cosmica” (Iperborea), che porta al centro del libro gli scienziati e i filosofi che, scrutando il cielo, hanno provato a decifrare l’enigma dell’universo.

Domani, sempre alle 16.30 al Magazzino delle Idee, Fulvio Ervas, con il suo “La giustizia non è una pallottola” (Marcos y Marcos), Beatrice Salvioni, con “La malnata“ (Einaudi), Monica Acito, con “Uvaspina” (Feltrinelli) e lo scrittore sloveno, Goran Vojnović, autore del romanzo “All’ombra del fico” (Keller editore).

ISCRIZIONI – Continuano le iscrizioni online e nella sede della SVBG a Barcola: in serata si sono superati i 1500 iscritti. L’ufficio iscrizioni è aperto ogni giorno fino al 7 ottobre, dalle 9 alle 19, per assistere gli armatori nel completamento delle iscrizioni e consegnare le sacche dell’armatore e i masconi. Fino a sabato 7 ottobre è anche attivo il call center per il supporto agli armatori nella procedura di iscrizione: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 al numero 040 9778985.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *