Esquisito

Friuli DOC: un’edizione da gustare e da non perdere!

Dopo l’inaugurazione del giovedì, alle 17.30, in Piazza Libertà, l’apertura degli stand seguirà immediatamente dopo e fra le undici piazze coinvolte dalla festa ci sarà la gara per provare tutte le specialità proposte dalle pro loco ed associazioni. Ci saranno come sempre i piatti della tradizione, dagli gnocchi di Godia ai cjarsons carnici, dal cervo del Tarvisiano al Prosciutto di San Daniele, dal frico di Carpacco al pesce di Trieste. Ben 150 le specialità che si potranno assaporare giorno dopo giorno nelle piazze senza dimenticare i menu ad hoc proposti dalle 16 osterie e dai 6 ristoranti del circuito Friuli DOC. Non potrà mancare il minestrone solidale delle Lady Chef e da questa edizione uno spazio sarà dedicato anche a menu dedicati ai celiaci, in Piazza Venerio. L’Associazione Italiana Celiachia FVG sarà presente durante tutta la manifestazione con uno stand dove garantirà piatti senza glutine e a richiesta senza lattosio. Per quanto riguarda gli eventi serali, oltre alla musica itinerante che occuperà le piazze e le vie del centro storico della città, sono previsti 4 spettacoli. Giovedì sera Piazza Libertà ospiterà il “Gala sotto le stelle” uno spettacolo a cura del centro formativo di danza classica, moderna e contemporanea Broadway Dance di Udine; “80 voglia di 90 – 2000”, la musica targata Divina Show, darà energia al venerdì sera; Jerry Calà insieme alla sua band farà divertire il pubblico di Friuli DOC nella serata di sabato, mentre il gran concerto di chiusura sarà affidato a Leo Gassman, protagonista dell’ultima edizione di Sanremo e uno dei giovani artisti più importanti sul panorama nazionale. Ma se tradizionalmente si chiude con la domenica sera, quest’anno l’appuntamento con il gusto continuerà anche il lunedì, grazie ad una iniziativa solidale che vedrà i friulani mobilitarsi per il Comune più colpito dall’eccezionale ondata di maltempo di luglio, Mortegliano. L’iniziativa è della Pro Loco di Zompicchia che la sera di lunedì 11 settembre organizzerà una gigantesca pastasciuttata di beneficenza che servirà per raccogliere fondi destinati alla casa di riposo di Mortegliano, una delle strutture più colpite dalla grandinata del 24 luglio scorso. “Siamo felici di accogliere la proposta della Pro Loco di Zompicchia e speriamo di raccogliere il maggior numero di fondi possibili per dare un messaggio importante da parte della città: Udine rappresenta un territorio e noi ci siamo” il commento di Venanzi. Ma le novità non si fermano qui, con la presenza di PromoTurismoFVG che raddoppia: in Piazza San Giacomo, nel salotto cittadino, sarà allestito un mercato di prodotti d’eccellenza, mentre per la prima volta Piazza Primo Maggio vedrà un’arena dedicata all’intrattenimento. In pieno centro storico sarà possibile acquistare i prodotti di 14 aziende targate “Io sono FVG”: Azienda Agricola Unterholzner Ivo, Buosi Ettore Società agricola, Roselli della Rovere, Agricola Gianni Carpenedo, Che Lumaca!, Laboratorio del Dolce, Miele dei Roncs, Figo Moro da Caneva, Guizza del Friuli, Azienda Agricola Corte Tomasin, Piva, La Blave di Mortean, Prosciuttificio La Glacere e Latterie Friulane. Le casette rimarranno aperte dalle 10 alle 22. Ulteriore novità sarà l’allestimento in Sala Valle, in Corte Morpurgo, di un’area destinata all’allattamento e al cambio dei i bambini più piccoli. L’iniziativa sarà finanziata da Ideabimbo e sarà realizzata per permettere anche ai neogenitori di godersi l’esperienza di Friuli DOC, garantendo loro uno spazio silenzioso e appartato per i bisogni dei bambini. Ricca anche la proposta in lingua friulana durante la quattro giorni di Friuli DOC. Saranno infatti diverse le attività, tra cui mostre, degustazioni e laboratori, promosse dal Comune di Udine, ARLeF, e dalla Società Filologia Friulana in calendario. In Giardin Grande ogni sera l’esibizione di un dj. E a proposito di eccellenze farà ritorno il “Premio Eccellenze” che premierà tre figure che si sono distinte nei settori dell’imprenditoria, della cultura e dell’enogastronomia. I tre nomi scelti sono Altin Nano, titolare del ristorante “Riva 75” per il settore imprenditoriale, Ilaria Tuti, autrice del Thriller “Madre d’ossa” ultimo romanzo della serie con protagonista il celebre personaggio di Teresa Battaglia per la cultura, e Stefano Novello, titolare dell’azienda agricola Ronco Saverio per l’enogastronomia. Insomma, un’ampia gamma eventi, vere e proprie esperienze rivolte ad un pubblico eterogeneo per interessi ed età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *