Esquisito

Prosegue la stagione dei treni storici in regione

Vivere l’emozione e le atmosfere delle carrozze anni ’30, le cosiddette “Centoporte”, con i salottini in legno lucido e le tendine al finestrino, munite di bagagliaio e cappelliere e traniate da locomotive a vapore, elettriche o diesel: viaggiare a bordo di un treno storico per raggiungere un evento o visitare una località è “un’esperienza nell’esperienza”, che sarà possibile testare in occasione dei più significativi appuntamenti col territorio in programma fino al 17 dicembre. Dopo il grande successo riscontrato nel 2018 e 2019, l’iniziativa è stata riproposta quest’anno grazie ad una rinnovata collaborazione tra la Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione FS e con il supporto tecnico operativo di PromoTurismoFVG, con il duplice obiettivo di promuovere il territorio e gli eventi, ma anche di incentivare il trasporto ferroviario e favorire un modello di turismo più lento e sostenibile, grazie ad un’offerta ampia e di qualità, ad una tariffa speciale e alla possibilità di portare con sé la bicicletta. Ecco le date di settembre per viaggiare su un treno storico. A vapore saranno le locomotive del treno storico per Friuli Doc, che il 10 settembre collegherà Trieste a Udine, e del Treno tra abbazie, vigneti e colline che domenica 17 settembre porterà i passeggeri da Trieste alla Festa dell’Uva di Cormons e a Rosazzo per una visita all’abbazia; il 24 settembre partirà da Trieste il Treno Gusti di Frontiera, un “Centoporte” diesel che collegherà il capoluogo regionale a Gorizia e alla manifestazione enogastronomica più grande del triveneto, mentre il 30 settembre sarà il turno del Treno dei fumetti, da Gorizia a Pordenone e da Treviso a Pordenone, che offre l’occasione di visitare il “PAFF! Museo internazionale del fumetto” dove saranno organizzati tour guidati gratuiti per i viaggiatori del treno storico. Il mese di ottobre si apre con un doppio appuntamento legato ad eventi agroalimentari: domenica 1° ottobre il Treno tra valli alpine e abbazie partirà da Trieste per arrivare a Carnia, da dove i passeggeri raggiungeranno in navetta Moggio Udinese per una visita guidata all’Abbazia e poi proseguire verso Resiutta per immergersi nella Festa dell’agricoltura. Sempre il 1° ottobre il Treno sapori d’autunno collegherà Treviso a Cavasso Nuovo per la Festa della Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *