Esquisito

π€π†π‘πˆπ‚πŽπ‹π“π”π‘π€: 𝐑𝐄𝐓𝐄 π€π’ππ‘πŽπŒ, πˆπŒππ„π†ππŽ ππ‘π„πŒπˆπ€π“πŽ 𝐃𝐀 π…πŽπ‘π“π„ π‚π‘π„π’π‚πˆπ“π€

Sono 272 le aziende aderenti alla π‘πžπ­πž 𝐀𝐬𝐩𝐫𝐨𝐦 , 137 quelle conferitrici, 1427 gli ettari seminati, per una produzione annuale di qualitΓ  pari a 64mila quintali a cui si uniscono 9mila destinati alla zootecnia che segna, rispetto allo scorso anno, un 20% in piΓΉ.

Per tutti un unico obiettivo: valorizzare qualitativamente ed economicamente le produzioni cerealicole del Friuli Venezia Giulia, promuovendo la coltivazione dell’orzo distico e luppolo per la produzione birraria.

L’aumento progressivo delle aziende aderenti e degli ettari di produzione di Asprom dimostrano come questa rete, fondata nel 2013 su iniziativa dell’attuale presidente 𝐀π₯𝐒𝐝𝐨 π†π’π πšπ§π­πž, sia cresciuta conquistando la fiducia di molti agricoltori e ottenendo risultati importanti riuscendo a realizzare una filiera a chilometro 0, fatta da produttori friulani su territorio locale che permettono di spinare una birra autoctona e di alta qualitΓ .

“Nel decimo anno della sua costituzione non posso che fare i complimenti ad 𝐀𝐬𝐩𝐫𝐨𝐦 e al suo presidente per l’impegno profuso in questi anni e per le tante collaborazioni che ha attivato” ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Mauro Bordin.

Mauro Bordin, presidente del Consiglio regionale, interviene durante la festa della trebbiatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *